Riflessioni-Pensieri

Dal Libro Tibetano dei Morti

“Figlio di nobile famiglia, ora, la cosiddetta morte è giunta ; perciò ora
assumerai l’atteggiamento dello stato di mente illuminato, di benevolenza
e compassione, e realizzerai l’illuminazione perfetta per il bene di
tutti gli esseri. Senza abbandonare questo atteggiamento ricorda e
pratica tutti gli insegnamenti ricevuti in passato. Figlio di nobile
famiglia, ascolta. La pura luminosità della dhàrmata splende ora di
fronte a te, riconoscila. In questo momento il tuo stato mentale è pura,
naturale vacuità, non possiede natura propria, né sostanza, né qualità.
La tua mente è luminosa e vacua, nella forma di una grande massa di luce,
è il buddha della luce immortale. Riconoscilo.”

“Vai avanti pronunciando queste parole con chiarezza, distintamente,
comprendendo il loro significato., non dimenticarle perché il punto
essenziale è riconoscere con certezza tutto ciò che appare per quanto
terrificante, come tua proiezione… Non avere paura, non smarrirti.
Questa è la radiosità naturale della tua dhàrmata, riconoscila.
Figlio di nobile famiglia, Se non avrai compreso questo punto essenziale
non riconoscerai i suoni, la luce e i raggi e continuerai a vagare in
samsara.
Svegliandoti dal tuo torpore ti chiederai che cosa ti sia accaduto :
riconosci tutto ciò come stato di bardo.”

“Figlio di nobile famiglia, ora ti appariranno le quarantadue divinità
sambogakaya, esse appariranno dal tuo cuore, sono le forme dure delle tue
proiezioni, riconoscile.
Queste visioni non provengono da nessun luogo, sono la primordiale
manifestazione spontanea della tua mente. Figlio di nobile famiglia
queste immagini non sono né grandi né piccole, esse hanno proporzioni
perfette. Ciascuna ha i suoi propri ornamenti, il proprio abito, colore,
posizione, un trono e simboli particolari. Sono suddivise in cinque
coppie, ognuna circondata da un alone di luce di cinque colori. L’intero
mandala apparirà nella sua totalità, e appariranno le divinità maschili e
femminili, riconoscile.”

“Figlio di nobile famiglia , si sono finora presentati sulla pericolosa
strada del bardo le divinità pacifiche, non hai riconosciuto le
proiezioni della tua mente, il tuo karma negativo è molto forte. Ora
appariranno le cinquantotto divinità infuriate, fiammeggianti, bevitrici
di sangue. Sarai sopraffatto da un’intensa paura e riconoscerle ti sarà
più difficile. Ma se arrivi a riconoscerle anche un poco la liberazione
sarà facile perché col sorgere di queste terribile paure la mente non ha
tempo di distrarsi e si concentra a fondo.”

 

Commenti chiusi