Rebirthing

di Monica Sabbadini (fotografie di Roberto Cadeddu)

rebirthing2

Il Rebirthing (rinascita) è un’antichissima tecnica di respirazione, già praticata dagli yogin dell’antica India e conosciuta anche con il nome di “respiro cosciente e circolare”.

È un metodo molto semplice e naturale che tutti possono sperimentare. Utilizza la respirazione profonda che avvia processi  significativi: sviluppa l’osservazione interiore e genera ampliamenti di coscienza, la memoria risulta più vivida e l’attenzione è potenziata. Permette di liberarsi dai blocchi fisici, emozionali, mentali che spesso condizionano il potenziale energetico e vitale dell’individuo.

Molti sono i benefici:

a livello fisico: si possono alleviare o eliminare gli effetti dannosi delle tossine nell’organismo poichè  il corpo si ossigena in modo più corretto. Quando il respiro si amplia, si trasforma in un benefico massaggio cellulare: una vera e propria sferzata di energia-forza e coscienza.

A livello emozionale: è possibile far riaffiorare alla coscienza, in modo graduale e guidato, alcuni contenuti emotivi del passato. Durante l’infanzia, nella dinamica familiare, in relazione alla madre e al padre -simboli sostanziali dell’essere- ognuno sperimenta dei traumi che lasciano delle ferite: inevitabilmente si è coinvolti in esperienze  istintivo-affettive forti.

I contenuti delle quali, se non reintegrati consapevolmente, creano i modelli che “imprigionano” in schemi fissi, ripetitivi e frustranti. Le immagini che si sono cristallizzate nella psiche, bloccano il libero flusso delle energie e condizionano il comportamento della persona -ormai adulta- limitandone l’espressività, la creatività, la vitalità.

A livello mentale: una respirazione corretta e completa, efficace, che coinvolga tutto il corpo, permette una benefica armonizzazione di tutte le dimensioni che costituiscono l’essere umano. Da ciò  consegue un processo di accettazione gioiosa della propria specifica individualità e dell’esistenza in generale.

Si sviluppano amore, compassione e accoglienza, si ritorna spontaneamente alla naturalezza dell’essere oltre le abituali immagini si sè, cui spesso ci si adegua per convenzione.

Riscoprire il proprio “potere personale”, attraverso una sensazione di libertà interiore e di unicità, permette di risvegliarsi dal sonno dell’inconsapevolezza e dell’ignoranza, dove il dolore regna sovrano.

Aperti gli occhi sugli automatismi del sistema nervoso, il passo successivo è l’assertività: si esprimono al meglio i propri bisogni, i desideri, le idee, ma soprattutto si acuisce la forza per concretizzare i propri sogni!

Con il Rebirthing si possono risolvere, in tempi relativamente brevi, disturbi quali ansia e stress, insonnia, paure, emicrania, problemi di metabolismo e in generale i disturbi psico-somatici, causati sovente dalla difficoltà ad armonizzare mente e corpo.

Il Rebirthing è un’esperienza di autoconoscenza, di crescita personale e di trasformazione evolutiva.

Semplicemente è una tecnica -utilizzabile in ogni momento- che insegna a convivere con le problematiche quotidiane, con maggiore entusuiasmo e attenzione,  ma soprattutto senza esserne travolti e stravolti…

 

 

 

 

Commenti chiusi